9x05 la Ragazza che morì

Il Dottore e Clara vengono catturati dai vichinghi, che distruggono gli occhiali sonici del Signore del Tempo. Giunti al loro villaggio, nel cielo si proietta l'immagine di Odino, il quale convoca i guerrieri più forti a banchettare con lui nel Valhalla: i prescelti, tra cui Clara ed una ragazza del villaggio venuta in possesso di ciò che resta degli occhiali sonici, Ashildr, vengono teletrasportati via. La loro destinazione si rivela essere un'astronave, in cui tutti i guerrieri vengono disintegrati, tranne Clara e Ashildr, poiché Odino, in realtà un alieno camuffato, era incuriosito dall'avanzata tecnologia sonica in loro possesso. Odino rivela loro di essere un alieno della bellicosa razza Mire e di aver già ottenuto il suo obiettivo, estrarre testosterone e adrenalina, di cui si nutre, dai guerrieri più forti, e di essere ormai pronto a lasciare il pianeta senza fare ulteriori vittime. Tuttavia, Ashildr, infuriata per la morte dei suoi compagni, sfida il Mire, che fissa la resa dei conti al giorno seguente e riporta le due al villaggio. Il Dottore cerca di convincere gli abitanti a scappare, perché non hanno nessuna possibilità di sconfiggere gli invasori, specialmente ora che i guerrieri più forti del villaggio sono morti, ma loro, mossi dall'orgoglio, non intendono abbandonare il villaggio. Inizialmente, il Dottore decide di addestrarli, ma solo affinché possano morire con dignità: tuttavia, notando la fantasia di Ashildr, riesce ad ideare un piano. Il giorno seguente, l'ora della battaglia è giunta, e seguendo le istruzioni del Dottore, gli abitanti del villaggio collegano l'acqua della darsena a un circuito elettrico che attraverso un magnete attira gli elmi dei Mire. Il Dottore ne prende uno e fa sì che Ashildr lo indossi e lo usi per manipolare le menti dei Mire, facendo credere loro che l'enorme pupazzo da lei creato sembri un gigantesco serpente. A eccezione di Odino, gli altri Mire scappano, ed il Dottore minaccia Odino di diffondere per tutta la galassia il video dei Mire che scappano davanti a un semplice pupazzo, a meno che questi non lasci in pace il villaggio. Odino, rancoroso, accetta, ma la felicità degli abitanti viene interrotta quando si accorgono che Ashildr è morta, dato che l'elmo Mire ha drenato energia da lei, e il suo cuore non ha retto. Il Dottore sembra accettare questo ennesimo lutto, ma si ricorda improvvisamente di Caecilius, l'uomo pompeiano che salvò su insistenza di Donna; realizza così che lui e Caecilius hanno lo stesso volto, e che quel volto serve a ricordargli che non deve seguire per forza le regole dello spazio e del tempo, così estrae dall'elmo dei Mire un componente, una specie di kit di pronto soccorso che il Dottore modifica per la ragazza, riportandola in vita e regalandole un secondo kit per "usi futuri". Clara e il Dottore tornano sul TARDIS, ma quest'ultimo si chiede se abbia fatto o meno la cosa giusta a riportare in vita Ashildr, perché il kit non smetterà mai di curarla, rendendola immortale (il secondo kit servirà infatti nel caso un giorno la ragazza voglia trascorrere la sua immortalità con una persona che non vuole perdere). Il Dottore realizza preoccupato che anche se Ashildr è umana, adesso in lei c'è una piccola traccia aliena, e questo fa di lei un ibrido creato dal Dottore, come previsto dalla profezia. Sulla Terra, Ashildr, senza invecchiare, guarda il tempo scorrere e nel suo volto appare uno sguardo colmo di rabbia.
 
Luogo: Villaggio dei Vichinghi
Dottore: 12° (Peter Capaldi)
Companion: Clara Oswald (Jenna Louise Coleman), Ashildr (Maisie Williams)
Nemico: Odino